TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

F1 BELGIO A VERSTAPPEN

È stato dichiarato concluso il tormentato Gran Premio del Belgio, segnato da una sospensione di oltre tre ore per pioggia. La gara è ripresa, ma sono stati disputati appena tre giri dietro la safety car, prima di un nuovo stop.

La vittoria è andata a Max Verstappen su Red Bull. Sul podio l’inglese George Russell (Williams) e Lewis Hamilton (Mercedes). Assegnati metà dei punteggi. Ottavo e decimo posto per le due Ferrari del monegasco Charles Leclerc e dello spagnolo Carlos Sainz. Quarto posto per l’australiano della McLaren Daniel Ricciardo, seguito dal tedesco Sebastian Vettel (Aston Martin) e i francesi Pierre Gasly (Alpha Tauri) ed Esteban Ocon (Alpine). Nono posto per il canadese Nicholas Latifi (Williams).

“E’ stata importante la pole, con il senno di poi. E’ un grosso peccato non aver gareggiato, le condizioni erano molto insidiose”. Così Max Verstappen, al termine del tormentato Gran Premio del Belgio: della gara, sospesa per pioggia, sono stati percorsi solo tre giri dietro la safety car. “Credo che se avessimo fatto la partenza alle 15.20 le possibilità sarebbero state migliori. Abbiamo aspettato e siamo rimasti concentrati”, ha spiegato l’olandese della Red Bull.

“E’ una vittoria ma non piacevole. Grande merito al fan che sono stati in pista tutto il giorno, sono loro i grandivincitori”, ha aggiunto. “Ora dobbiamo continuare a spingere, siamo fiduciosi”. “Sono stati fatti percorrere questi tre giri solo per assegnare i punti, spero vengano rimborsati i tifosi”.

Così Lewis Hamilton dopo la conclusione del Gp del Belgio. “Ovviamente nessuno ha colpa per il tempo, è un vero peccato per i tifosi ma oggi non c’erano proprio le condizioni per gareggiare”, aggiunge il pilota della Mercedes, leader  del mondiale.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *