Utilizzava il badge per usufruire del parcheggio riservato ai disabili Ravel Morrison, e pensava di poter farla franca, ma alla fine il calciatore inglese di nascita ma naturalizzato giamaicano, è stato colto in flagrante e per questo condannato al pagamento di una multa.

Il giocatore è noto in Italia per aver militato nella Lazio tra il 2015 e il 2019 in due momenti diversi, attualmente è in forza nella MLS statunitense nella squadra D.C. United.

In queste ore il centrocampista è finito sui media britannici per una condanna per frode per aver utilizzato un blue badge il cui titolare è una persona deceduta a febbraio del 2022. Il blue badge è il tagliando che consente ai disabili di poter usufruire di parcheggi riservati e viene rilasciato dai Comuni di residenza: in Inghilterra ha un costo fino a 10 sterline, in Scozia 20, in Galles è invece gratis. A Morrison, invece, il badge è costato 50 sterline, acquistato da “qualcuno all’Old Trafford”.

I magistrati di Manchester hanno confermato che il calciatore ha usato il badge sulla sua Audi bianca quando ha parcheggiato a Bridgewater Street a Manchester, a maggio. L’ex laziale si è dichiarato colpevole di frode ed è stato multato di 1.000 sterline. È stato anche condannato a pagare 508 sterline di spese e un supplemento di 400 sterline alla famiglia del defunto titolare del badge.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Images 

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui