La tempesta atlantica che transita sull’Europa centro-settentrionale ha mandato in tilt l’aeroporto di Amsterdam-Schipol. A causa dei venti molto forti, che stanno flagellando l’Olanda ed altri Paesi dell’Europa, Italia inclusa, l’aeroporto ha deciso la cancellazione di tutti i voli a partire dalle 9 di stamattina.

Le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni. È allerta anche in Germania: il maltempo sta mettendo a dura prova i trasporti pubblici:la circolazione dei treni, in Nordreno-Vestfalia, è stata sospesa, con un impatto sul trasporto sia di breve che di lungat ratta. Molti treni sono stati cancellati anche in Baviera. Friederike si trova sul Mare del Nord e orchestra un’intensa perturbazione che scarica piogge diffuse ed abbondanti sul Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda e Germania ed è diretta di gran carriera verso la Polonia.

Il forte vento di maestrale che da due giorni sta soffiando sulla Sardegna ha creato non pochi problemi ai collegamenti marittimi e disagi in diverse città. Oggi la nave proveniente da Genova e diretta a Porto Torres è arrivata in porto con circa due ore di ritardo. A causa del forte vento il comandante ha scelto un percorso più riparato, impiegando più tempo per raggiungere la Sardegna. Il vento, secondo le analisi effettuate dall’ufficio meteo dell’Aeronautica militare di Decimomannu, nella parte meridionale dell’isola ha iniziato a calare dopo la mezzanotte, soffiando a circa 50 chilometri orari. È rimasto teso e rimarrà ancora oggi nell’area settentrionale e nord orientale con raffiche di 80 chilometri all’ora.

In Italia insistono ancora venti tesi di Maestrale con raffiche fino a 80km/h al Sud, ma la situazione è in miglioramento rispetto a ieri, quando il forte vento e il maltempo hanno fatto anche una vittima in Calabria. Da stamattina squadre di tecnici e volontari, con il coordinamento della Protezione civile regionale, stanno operando per una conta dei danni nei centri più colpiti come a Mesoraca, dove un uomo che era salito sul tetto di un’abitazione per verificare i danni provocati dalle raffiche è morto per le gravi ferite riportate dopo essere precipitato al suolo, ma anche a Roccabernarda, Santa Severina, Belvedere Spinello, Cotronei, inprovincia di Crotone; Corigliano, Rossano e Rende nel cosentino; Bova, Benestare, Monasterace, Capo Spartivento e Scilla nel reggino e quasi tutto il catanzarese.

Nel Lazio, per il maltempo, difficoltà anche questa mattina per i collegamenti con le isole Pontine. Il forte vento di maestrale che da due giorni sta soffiando sulla Sardegna ha creato non pochi problemi ai collegamenti marittimi e disagi in diverse città.

Oggi la nave proveniente da Genova e diretta a Porto Torres èarrivata in porto con circa due ore di ritardo. Rimangono ancora bloccati ormai da oltre due giorni i collegamenti tra Santa Teresa di Gallura e la Corsica. Ieri sono stati oltre 170 gli interventi effettuati daivigili del fuoco a Nuoro e Cagliari per i danni causati dal vento. Alberi, rami, pannelli solari, cartelloni pubblicitari caduti, cornicioni pericolanti, tetti di scuole e aziende scoperchiati dalle raffiche che hanno superato i 100 chilometri l’ora. Continua a soffiare con grande intensità il vento in alta quota sulle montagne piemontesi : 115 chilometri all’ora – registrati dalla stazione Arpa – sul Monte Fraiteve, questa mattina sopra Sestriere.

Per le forti raffiche restano chiusi, nel comprensorio sciistico della Vialattea, i collegamenti Sestriere-Sauze d’Oulx, Sestriere-Sansicario e Sauze d’Oukx-Sansicario. Vento forte anche più in basso: a Susa raffiche oltre gli 85 chilometri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui