POLONIA (3-5-2): Szczesny, Bednarek, Salamon (41′ st Bereszyński), Kiwior, Frankowski, Urbanski (10′ st Świderski), Zielinski (33′ st Piotrowski), Romanczuk (10′ st Slisz), Zalewski, Szymanski (1′ st Moder), Buksa. Ct.: Probierz

 

OLANDA (4-3-3): Verbruggen, Dumfries, De Vrij, Van Dijk, Aké (41′ st Van de Ven), Schouten, Reijnders, Veerman (17′ st Wijnaldum), Xavi Simons (17′ st Malen), Depay (36′ st Frimpong), Gakpo (36′ st Weghorst). Ct.: Koeman.

Gol: 16′ Buksa (P), 29′ Gakpo (O), 83′ Weghorst (O).

La Nazionale oranje parte subito aggressiva e al 2’ Gakpo costringe Szczesny a una paratona, ma è la Polonia che passa in vantaggio al 16’ con un gol di testa di Buksa. Al 29’ arriva il pareggio di Gakpo che poco dopo si divora il 2-1. Poi occasione per Depay, che stoppa di petto in area e conclude a fil di palo.

Nella ripresa l’Olanda spreca in contropiede: Reijnders imbuca per Gakpo che serve a sinistra Simons il quale però conclude a lato. Poi doppia chance per la Polonia con Kiwior e Zielinski, Verbruggen para. Al 70’ salva ancora Szczesny, decisivo su una nuova discesa di Dumfries. All’83’ Weghorst, appena entrato in campo, la ribalta: 2-1 per l’Olanda. Sul finale Swiderski vicinissimo al pari, ma Verbruggen dice no.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Images

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui