ITALIA (4-2-3-1): Donnarumma, Di Lorenzo, Calafiori, Bastoni, Dimarco, Jorginho, Barella (47′ st Folorunsho), Chiesa (31′ st Cambiaso), Frattesi, Pellegrini (31′ st Cristante), Scamacca. Ct.: Spalletti

ALBANIA (4-3-3): Strakosha, Hysaj, Ajeti, Djimsiti, Mitaj, Asllani, Ramadani, Bajrami (42′ st Muci), Asani (23′ st Hoxha), Broja (31′ st Manaj), Seferi (23′ st Laci). Ct.: Sylvinho

Gol: 1′ Bajrami (A), 11′ Bastoni (I), 16′ Barella (I)

Ammoniti: Pellegrini, Calafiori, Broja e Hoxha per gioco falloso.

Dopo 23 secondi rimessa laterale sbagliata di Dimarco, Bajrami ne approfitta in area di rigore e batte Donnarumma sotto la traversa: è il gol in una fase finale europea più veloce della storia. Gli Azzurri rispondono subito con una conclusione di Scamacca da centro area, palla fuori. L’Albania resta molto bassa ma all’11’ arriva il pareggio dell’Italia: dagli sviluppi di un angolo battuto da sinistra Pellegrini serve Bastoni che segna di testa. Cinque minuti dopo la squadra di Spalletti la ribalta con un tiro al volo da fuori area di Barella. L’Albania si arrocca negli ultimi trenta metri, Frattesi prende il palo e sfiora il gol del 3-1. Al 40’ occasione Italia con Scamacca che raccoglie un colpo di testa di Pellegrini, Strakosha si oppone in angolo. Azzurri ancora pericolosi con Pellegrini di testa, palla fuori.

Nella ripresa chance per l’Italia: ci provano Chiesa di sinistro, palla di poco fuori, e Di Lorenzo, conclusione deviata in angolo. L’Albania risponde con un tentativo di Aslani che termina sul fondo. Dimarco tenta una conclusione, Strakosha para in due tempi. All’89’ Manaj sfiora il gol del pareggio, salva Donnarumma. Nel recupero qualche istante di interruzione per un’invasione di campo di un tifoso albanese.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Images 

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui