Quattro persone sono state arrestate per gli insulti razzisti sui social ai tre calciatori della nazionale inglese che hanno sbagliato i rigori nella finale di Euro 2020 contro l’Italia, Marcus Rashford, Bukayo Saka e Jadon Sancho. Lo riferisce il National Police Chiefs‘ Council sul proprio sito e sui profili social.

Il commissario capo Mark Roberts in una dichiarazione ha mandato un avvertimento ai responsabili non ancora individuati: “Se ricostruiamo che siete dietro questo crimine, vi rintracceremo e affronterete serie conseguenze per le vostre vergognose azioni”.

Gli insulti sui social erano stati severamente condannati anche dal premier Boris Johnson che aveva promesso che “chi si renderà colpevole di abusi razzisti nei confronti di calciatori non potrà più entrare negli stadi”, aggiungendo che saranno fatti “passi concreti” per prevenire il ripetersi di tali azioni. Dopo la sconfitta della nazionale inglese a opera degli Azzurri di Mancini, ignoti avevano vandalizzato con scritte offensive il murale dedicato a Marcus Rashford, attaccante del Manchester United e della nazionale inglese. Successivamente l’opera dello street artist Aske è stata ricoperta di cuori e messaggi di affetto e solidarietà per il giovane calciatore.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui