ESPLOSIONE E CROLLO DI UNA PALAZZINA A RAVANUSA I VIGILI DEL FUOCO AL LAVORO

Sono 9 le vittime estratte dalle macerie del crollo dell’edificio a Ravanusa, colpito da un’esposione sabato scorso: è questo il drammatico bilancio definitivo della tragedia. E’ stato trovato l’ultimo disperso, Giuseppe Carmina, 33 anni. Poco prima era stato trovato il padre, il 59enne Calogero.

Per tutto il giorno i soccorritori avevano rimosso le macerie di quello che era l’appartamento di Giuseppe Carmina, dove il figlio si era recato per lasciare l’auto e per un veloce saluto.

Da un procedimento di prevenzione che interessò Italgas nel 2014, erano emerse gravi situazioni di rischio nell’area di Agrigento. Pochi giorni fa era stato effettuato un intervento sulla rete del gas. Dopo il ritrovamento delle vittime si passerà alla rimozione delle macerie per arrivare ad individuare il punto in cui c’è stata la rottura della tubatura che ha provocato la strage. Una fase che si aprirà con un nuovo sopralluogo dei magistrati e degli investigatori e che di fatto sarà il primo passo dell’inchiesta per individuare eventuali responsabili della tragedia.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui