Avrebbe colpito con un martello la moglie Stefania Pivetta di 60 anni, la figlia Giulia di 16 mentre dormivano uccidendole. Poi avrebbe fatto lo stesso con il figlio Nicolò, di 23 anni. È quanto sarebbe accaduto questa mattina in via Torino a Samarate, in provincia di Varese. Il ragazzo, ferito, alla testa è stato trasportato d’urgenza in elicottero all’ospedale di Varese, dove è in gravissime condizioni. I corpi dei due giovani sono stati trovati nel letto della loro camera, la madre sul divano.

L’uomo, Alessandro Maja, 57 anni, secondo una prima ricostruzione, dopo aver colpito tutta la sua famiglia, ancora sporco di sangue, ha tentato di darsi fuoco. Sono stati i vicini allarmati dalle urla a chiamare i Carabinieri che hanno portato l’uomo in ospedale a Busto Arsizio, dove sarebbe piantonato.
L’ipotesi, ancora da verificare, sarebbe quella di una lite, finita in una tragedia, ma i Carabinieri stanno indagando per ricostruire i dettagli di quello che è accaduto.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui