TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

E’ PARTITO IL VERTICE UE

“Sta per iniziare il Consiglio Europeo. Oggi e domani lavoreremo con gli altri leader europei per un’agenda che ha al centro le tensioni” internazionali, in particolare “quelle nel Mediterraneo Orientale, quindi discuteremo dei rapporti fra l’Unione europea e la Turchia, e poi della crisi bielorussa, e poi ancora del Nagorno-Karabakh, una crisi antica che si è riattivata di recente fra azeri e armeni.

“E poi ancora discuteremo del più generale rapporto tra Unione Europea e Cina”. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riassunto così, in una dichiarazione alle telecamere al suo arrivo al palazzo del Consiglio europeo, i temi in discussione vertice dei capi di Stato e di governo che si svolge oggi e domani a Bruxelles.

Conte ha poi fatto riferimento al tema in agenda domani, riguardante “gli sviluppi europei degli investimenti che ci aspettano nelle infrastrutture digitali, che riteniamo prioritarie”. Questi investimenti, ha ricordato, “saranno al centro del programma ‘Next Generation EU'”, il piano di ripresa dell’Unione.

“Vogliamo assolutamente – ha continuato il premier – che l’Europa recuperi il suo divario rispetto agli Stati Uniti e alla Cina, paesi che hanno investito molto e sono più avanti nelle infrastrutture digitali. Anche se è una tecnologia in continua evoluzione, possiamo recuperare questo divario. Ma – ha sottolineato – dobbiamo investire”.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

Nella foto in alto I premier Conte e Macron

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *