Il presidente di Fincantieri, Claudio Graziano, è stato trovato morto in camera da letto con un’arma ed un biglietto. Aveva 70 anni. Dal febbraio 2015 al novembre 2018, Graziano ha ricoperto il ruolo di Capo di Stato Maggiore della Difesa. A maggio 2022, è diventato presidente del Consiglio di amministrazione di Fincantieri, uno dei cantieri navali più importanti al mondo. Da settembre 2022, ricopriva anche la carica di presidente di Assonave (Associazione Nazionale dell’Industria Navalmeccanica). Al momento l’ipotesi del suicidio è quella più probabile. Da poco tempo aveva perso la moglie e forse era caduto in dolore irreversibile per questa mancanza familiare.

Le condoglianze di Fincantieri “esprimiamo immenso dolore per l’improvvisa scomparsa del Generale Claudio Graziano, Presidente del Gruppo, che lascia un grande e incolmabile vuoto“. In una nota del gruppo si sottolinea come “l’amministratore delegato e direttore generale Pierroberto Folgiero, il Consiglio di amministrazione, il collegio sindacale, i dirigenti e tutti i dipendenti di Fincantieri ne ricordano con commozione le straordinarie doti umane e professionali che lo hanno da sempre contraddistinto nella sua lunga carriera“.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui