Oggi inizia il Ramadan, il mese sacro di preghiera e digiuno che i fedeli musulmani – oltre un miliardo di persone – devono osservare ogni anno astenendosi da bevande, cibo e sesso dal sorgere del sole fino al tramonto.

Purtroppo, anche quest’anno, il mese sacro sarà attraversato dai conflitti che stanno lacerando diversi Paesi musulmani: dalla Siria, al quinto anno di guerra civile, allo Yemen e alla Libia. Il digiuno del Ramadan è uno dei cinque pilastri dell’Islam. E’ iniziato oggi nella maggior parte dei paesi a maggioranza sunnita, con l’eccezione del Marocco, dove inizierà domani, così come nei Paesi abitati da una maggioranza sciita, come l’Iran.

Questo mese viene concepito come uno sforzo spirituale e una lotta contro la seduzione dei piaceri materiali durante il giorno. Ma una volta che il sole tramonta, al momento di “al Iftar”; ovvero la rottura giornaliera del digiuno, vengono spesso fatti ricchi pasti in famiglie assieme ad amici e parenti.

Per i jihadisti dell’Isis, il Ramadan tuttavia “comincia domani” e chi si è astenuto da cibo e bevande oggi “è un miscredente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui