Morti da diversi mesi nella loro casa, forse per una fuga di gas e nessuno a cercarli. In una casetta di Villa Primavera a Campoformido, nel Friuli, sono state trovati i due anziani coniugi ormai mummificati. Secondo una prima ricostruzione la morte potrebbe risalire addirittura allo scorso autunno.

A dare l’allarme è stato un parente che da tempo non riusciva a contattare marito e moglie, che abitavano soli nella loro casa. L’uomo, fino agli ultimi giorni, non si era preoccupato perché la coppia era solita trascorrere lunghi periodi all’estero. L’ultimo contatto risaliva allo scorso settembre.

Quando però i vigili del fuoco hanno sfondato la porta e sono entrati in casa hanno fatto la macabra scoperta. Paolo Simonetti, 66 anni, e Antonilia Finotto, di 72 anni, sono stati trovati in due stanze diverse: lei a terra in camera da letto, lui in soggiorno, entrambi al primo piano della villetta. Oltre ai loro corpi c’era materiale di ogni tipo, accatastato ovunque, in più stanze. La casa da tempo appariva trascurata, coperta quasi completamente dalla vegetazione. Un dramma della solitudine, che ha scosso il vicinato e l’intera comunità di Campoformido.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui