E’ di almeno 38 morti e 85 feriti il bilancio del terribile incidente ferroviario avvenuto nella tarda serata di ieri, poco prima di mezzanotte, vicino a Tempe, circa 380 chilometri a nord di Atene, lungo la linea Atene-Salonicco.

I vigili del fuoco hanno fatto sapere che le operazioni di salvataggio sono ancora in corso. Due ospedali della vicina città di Larissa sono stati posti in emergenza per accogliere i feriti, 25 dei quali sarebbero in gravi condizioni, riferiscono fonti ospedaliere.

A essere coinvolti nello schianto un treno passeggeri proveniente da Atene e diretto alla città settentrionale di Salonicco, con 350 persone a bordo, e un treno merci partito da Salonicco e diretto a Larissa. Le autorità locali riferiscono che a bordo del treno passeggeri c’erano tanti studenti universitari che tornavano a casa dopo i festeggiamenti per il weekend lungo di Carnevale in Grecia.

Il presidente del sindacato dei lavoratori delle ferrovie greche, Yannis Nitsas, ha riferito che nell’incidente sono morti 8 dipendenti delle ferrovie, tra cui i due macchinisti del treno merci e i due macchinisti del treno passeggeri.

Il  presidente della regione della Tessaglia, Konstantinos Agorastos, ha riferito ai media locali che i due treni si sono scontrati sullo stesso binario e i primi due vagoni del treno passeggeri sono stati quasi totalmente distrutti dopo lo scontro e in seguito alle fiamme divampate. L’incidente – ha aggiunto – è avvenuto ad alta velocità e ha coinvolto un treno merci e un treno passeggeri intercity.

Agorastos ha spiegato che le prime quattro carrozze del treno passeggeri sono deragliate nell’incidente e le prime due sono state “quasi completamente distrutte” dopo aver preso fuoco: “Stavano viaggiando a grande velocità e uno (dei macchinisti) non sapeva che l’altro stava arrivando” sullo stesso binario.

Secondo le prime ricostruzioni, un errore umano potrebbe essere all’origine del disastro. Il portavoce del governo, Yannis Economou, ha dichiarato che è già stata avviata un’indagine sulle cause dell’incidente, per chiarire le circostanze che hanno portato i due treni a percorrere molti chilometri sulla stessa linea per poi scontrarsi. Il sito di Kathimerini rende noto che il capostazione di Larissa è stato arrestato nell’ambito delle indagini.

“È una tragedia terribile e difficile da comprendere“, ha dichiarato la vice ministra greca della Sanità, Mina Gaga. “Mi dispiace molto per i genitori“, ha aggiunto.

Il ministro della Sanità, Thanos Plevris, si è recato sul posto, mentre il ministro degli Interni, Takis Theodorikakos, sta supervisionando la situazione dal centro di gestione della crisi con i capi della polizia e dei vigili del fuoco.

Per decisione del premier greco Kyriakos Mitsotakis, attualmente in viaggio per raggiungere il luogo dell’incidente, è stato proclamato un periodo di lutto nazionale di tre giorni.

Drammatiche le prime dichiarazioni dei passeggeri: “Abbiamo vissuto qualcosa di scioccante”, ha raccontato una ragazza. Mentre un uomo, visibilmente sotto shock, ha detto a un giornalista: “Non sono ferito, ma sono macchiato del sangue delle altre persone che sono rimaste ferite accanto a me“.

A cura di Stefano Severini – Foto

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui