Il deserto più famoso e più grande al mondo, il Sahara, ha visto ieri accadere nelle sue dune, qualcosa di abbastanza raro. In alcune delle sue regioni, visto che stiamo parlando di una distesa di sabbia che si protrae per migliaia di chilometri, attraversando una moltitudine di paesi, è caduta la neve che ha imbiancato parte del paesaggio cosa che non accadeva da ben 37 anni. Fu infatti il 18 febbraio 1979 l’ultima volta nella quale il Sahara, anche se solo per trenta minuti, si imbiancò in alcuni suoi tratti.
Ance se in realtà, volendo essere precisi, la nevicata più recente è avvenuta un pomeriggio di dicembre dello scorso anno, sulle alture della città Algerina di Ain Sefra, ma non fu nevicata che attaccò, come quella verificatasi ieri.

Nella regione del Bechar, in Algeria infatti, è caduta la neve che ha imbiancato buona parte della zona, offrendo uno spettacolo raro e sorprendente.
Lecito in zone come queste, data l’enorme escursione termica tra giorno e notte (con picchi dai 25 ai -30 gradi centigradi), aspettarsi le gelate, ma fiocchi candidi che cadono dal cielo, come suddetto, se ne vedono molto raramente.

Estati calde e inverni miti rappresentano il clima standard della zona, molto asciutta e raramente bagnata dalla pioggia, ed ecco il perchè questa gradita imbiancata ha portato tanto stupore nei pochi presenti. La neve non ha solo imbiancato le cime del Djebel Antar, il punto più alto della catena montuosa ma si è anche posata più a valle sulla sabbia del deserto del Sahara immortalata dal fotografo amatoriale Karim Bouchetata i cui scatti hanno fatto il giro del mondo.

A cura di Giacomo Biondi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui