“Se questo tira e molla durerà per molto tempo, dell’orgogliosa Alitalia non rimarrà più nulla”. Lo afferma in un’intervista Harry Hohemeister alla stampa tedesca, membro del cda di Lufthansa. “Non abbiamo la sensazione che là si stiano svolgendo le discussioni giuste – afferma a proposito delle reazioni dall’Italia -. Se siamo interessati all’Alitalia, è per un gruppo ristrutturato, che sia di successo a lungo.
Credo che i dipendenti abbiano bisogno di una prospettiva”. “Finora non ho ancora sentito dire che quello che offre Lufthansa sia così problematico da non potersi accettare. Noi riteniamo al momento che sarebbero colpiti circa 3.000 posti di lavoro. e da quello che leggo sui media anche altri interessati parlano di questo ordine di grandezza”, dice Hohemeister, negando che la proposta di Lufthansa sia troppo negativa sul fronte del personale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui