TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

COVID TAMPONI E SLOT

Irrisolto al momento il problema tamponi negativi/positivi a seconda di chi li processa, il calcio continua la sua stagione tra mille difficoltà, polemiche ed occasioni (mancate) di mettere a punto un protocollo che sia finalmente completo, rincorrendo male e mai in tempo situazioni che alla fine scontentano tutti e lasciando troppo spesso alle singole Società decisioni che andrebbero regolamentate dall’alto.

L’ultimo in ordine di tempo è il 3-0 deciso a tavolino per l’incontro di Serie B Salernitana-Reggiana, che il Giudice Sportivo ha decretato come da Regolamento, dato che gli emiliani non si erano presentati, lo scorso 31 ottobre, all’Arechi causa i ben 29 indisponibili tra calciatori e staff.
Nulla da dire sull’applicazione delle norme in vigore, che prevedono la possibilità di chiedere il rinvio di una gara a causa del Covid, ma di dover essere in campo in altre situazioni medesime, salvo …

Sì, ci sono se e ma, perché la Lega di B ed il suo Presidente non hanno poteri circa il rinvio dell’incontro, ma proprio la Salernitana avrebbe potuto concedere il favore alla Reggiana, cosa però che i campani non hanno deciso, magari confidando di avere un vantaggio in classifica senza correre alcun rischio, forti dei regolamenti.
La Reggiana ha così incassato lo 0-3 a tavolino, ma ha però evitato il punto in meno in classifica (quello comminato al Napoli, tanto per intenderci), in quanto la mancata presenza a Salerno era effettivamente dovuta a cause di forza maggiore acclarate ed a spiegazione rispetto al Napoli (29 indisponibili contro 2!!!) senza aver posto in atto alcun tentativo diverso, tra vertici regionali, ASL e chissà chi altro.

Ora, si spera che se questo è il regolamento, venga applicato per chiunque, perché il Coni o chi per esso, dovesse decidere per il giocare Juventus-Napoli, perché la Reggiana non dovrebbe anch’essa vedersi riconosciuti i propri diritti? E perché la Salernitana non ha a sua volta aderito allo spostamento dell’incontro?

Sarà per caso che visto chi detiene le azioni dei campani, si agisca diversamente a seconda della parte dove ci si pone, tra diritti e doveri, per se stessi e per gli altri? Va bene che in ballo ci sono interessi piuttosto grandi, ma anche da episodi come questi nasce poi un certo modo di pensare dei tifosi e dell’opinione pubblica, mica sempre sbagliato.
Un uomo politico del passato soleva dire che a pensar male quasi sempre ci si azzecca ed in questo caso basta ripercorrere le vicende delle ultime settimane perché risulti difficile non pensar male di certa gente, evidentemente abituata a muoversi a proprio piacimento, starnazzando di complotti quando pare dalla parte del torto, comportandosi con indifferenza ed ambiguità quando invece c’è da raccogliere frutti senza fatica.

Il Regolamento è stato rispettato relativamente a Salernitana-Reggiana? Se così è come poteva finire la querelle di Juve-Napoli? Nel caso ci si è comportati con due pesi e due misure, o magari visto che ADL ci ha provato a fare in modo che fossero lui ed il Presidente bianconero Agnelli a “mettersi d’accordo” scavalcando tutto e tutti? Qualcuno dirà che se si poteva rinviare un incontro la stessa cosa valeva anche per l’altro, ma è come dire che 2 indisponibili-positivi son uguali a 29, sempre se i numeri valgono qualcosa!

Nel calcio le polemiche non mancano mai, ma a volte basterebbe davvero poco perché non ci fosse nulla da dire, basterebbe seguire le regole, quelle che valgono per qualcuno, non per tutti, COME AL SOLITO!

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Imagoeconomica

Nella foto in alto: Giovanni Malagò Presidente del Coni

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *