Il virologo Matteo Bassetti dell'Ospedale San Martino di Genova

Oggi è più pericolosa l’influenza del Covid“. Non ha dubbi Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. “Oggi, se devo scegliere tra curare un paziente con il Covid o con  l’influenza, scelgo di curare un paziente con il Covid: ho molte più  armi a disposizione, so molto di più e quindi mi sento più  tranquillo” ha affermato.

In merito alle parole del presidente americano Joe Biden, che ha dichiarato finita la pandemia, anche per Bassetti “Il Covid come l’abbiamo conosciuto nel 2020-2021 è finito”. Nel senso che adesso “è un Covid diverso– ha precisato l’esperto – ma con cui probabilmente dovremo convivere per i prossimi anni. Vedremo ancora il Covid come una delle prime 10 cause di morte al mondo per ancora molto tempo, però oggi non è minimamente paragonabile grazie ai vaccini e ai farmaci”.

E’ sull’opportunità di indossare la mascherina per andare a votare ha affermato: “Basta, basta, basta. La mascherina deve indossarla solo chi è fragile”.

Infine, a proposito della vaccinazione, Bassetti ha spiegato: “Nelle persone sopra i 65 anni, per quelle con fragilità come i cardiopatici, i pazienti oncologici o affetti da malattie autoimmuni è probabile che la protezione offerta dai vaccini contro Covid-19 duri poco. Per queste persone è probabile che ci sia bisogno di una dose booster ogni 4-6 mesi. Anche chi ha fatto la quarta dose a gennaio-febbraio probabilmente avrebbe bisogno di un booster con vaccino aggiornato oggi”.

A cura di Silvia Camerini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui