Il Miramonti Majestic Grand Hotel, l’albergo della “Dolce vita” di Cortina, deve chiudere. Motivo: carenze in termini di sicurezza e prevenzione incendi.

L’ordinanza è stata notificata dal primo cittadino, Gianluca Lorenzi, e dalla Polizia municipale. L’atto è stato disposto in base a una nota della Prefettura di Belluno del 17 gennaio, che a sua volta fa riferimento a un verbale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco che il 3 gennaio avevano compiuto un’ispezione sulle misure di prevenzione incendi, dalla quale erano emersi problemi alla sicurezza.

Entro domenica, dunque, tutti gli ospiti (che pagano dai 3 mila ai 6 mila euro per una settimana di soggiorno) dovranno abbandonare uno degli alberghi più iconici di Cortina. Un brutto colpo per la struttura che arriva proprio nel primo fine settimana che vede disputarsi le gare di Coppa del Mondi di sci femminile.

Nel documento municipale si riporta come i gestori dell’albergo fossero stati messi a conoscenza delle carenze segnalate fin dal 26 settembre scorso, a cui si sarebbe dovuto porre rimedio con l’obbligo di “permanenza di non esercizio dell’attività”, ossia mantenendo l’albergo chiuso ai turisti.

“Tale prescrizione – si legge nella relazione dei Vigili del Fuoco dopo l’ultimo sopralluogo – non è risultata essere stata osservata”. Da qui l’ordine di chiusura per la struttura alla quale è stato dato un termine tecnico di due giorni, in modo da poter trovare sistemazioni alternative per gli ospiti presenti e bloccare gli arrivi attesi e, soprattutto, mettere a norma antincendio il Miramonti.

A cura di Alessandra Roversi – Foto Repertorio

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui