pil
Il Pil italiano è atteso aumentare a ritmo lento anche nel primo trimestre 2017, dopo il +0,2% nel quarto 2016 e il +0,3% nel terzo.
E’ l’analisi del centro Studi di Confindustria che ha diffuso la Congiuntura Flash. Il ritmo italiano “rimane ben inferiore a quello dell`Eurozona, frenato dall`incertezza, specie politica”.
Gli indicatori congiunturali hanno un`intonazione un po` più positiva in avvio d`anno. Il Pmi (l’Indice composito dell’attività manifatturiera) in gennaio è stabile (52,8, da 52,9 in dicembre); nel terziario segnala un lieve consolidamento (52,4, da 52,3); nel manifatturiero, invece, rileva un rallentamento (53,0, da 53,2), originato dalla domanda interna (la componente ordini esteri è invariata), come confermato, tra l`altro, dalla minore fiducia dei consumatori.
Il Centro Studi di Confindustria stima una netta correzione della produzione industriale (di oltre l`1%) in gennaio, dopo il sorprendente incremento di dicembre (+1,4%). L`anticipatore Ocse non preannuncia un rafforzamento della crescita italiana nella prima metà dell`anno: -0,03% mensile in dicembre (-0,11% medio nel 4° trimestre). A dicembre l`export italiano è aumentato, a prezzi costanti, dell`1,8% su novembre (stime CSC). Nel 4° trimestre ha registrato +2,0% sul 3°, crescendo allo stesso ritmo dentro e fuori l`Eurozona.
Nel 2016 è salito del 2,2% sul 2015, trainato dalle vendite intra-area (+4,5%; +0,6% quelle extra-area). L`espansione delle esportazioni si è rafforzata in Cina, Stati Uniti e Germania. A inizio 2017 è favorita dall`accelerazione della crescita mondiale e dall`euro debole. Buone prospettive sono confermate dagli indicatori qualitativi sugli ordini manifatturieri esteri: in gennaio a 54,8 la componente PMI (da 52,8 nel 4°) e +0,7 punti i giudizi delle imprese (Istat). Il commercio mondiale è tornato ad aumentare in novembre (+2,8% su ottobre, dopo -0,9%); +1,2% la variazione acquisita nel 2016. La componente ordini esteri del PMI manifatturiero globale (a 52,3 in gennaio, massimo da agosto 2014) segnala accelerazione a inizio 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui