Nato a San Francisco il 31 maggio 1930, il grande Clint Eastwood, ha spento 91 candeline, come tutti sanno raggiunse la fama negli anni Sessanta grazie agli spaghetti western. Di quando lo scelse per interpretare il ruolo del “Gringo” senza nome nella “trilogia del dollaro” Sergio Leone ricordava che “a quell’epoca aveva solo due espressioni: con il cappello e senza cappello”.

Quanto basta per incoronare l’allora 27enne come nuovo sex symbol e lanciarlo in una straordinaria carriera che, davanti e dietro la macchina da presa, lo ha visto diventare uno dei protagonisti della storia del cinema contemporaneo: nella sua carriera di attore, regista, produttore e compositore ha vinto 5 Oscar, di cui 2 come miglior regista.

A cura di Samanta Costantini – Foto Diregiovani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui