ALBANIA BAMBINI

Viene chiamata dai suoi cittadini la terra delle aquile e non più estranea per i viaggiatori italiani, in molti sono ancora oggi abituati a conoscerla soprattutto per le sue spiagge e la vivace Tirana, centro economico, culturale e commerciale del Paese.

L’Albania, però, è molto di più dopo la sua crescita economica. Certo, le iconiche spiagge della riviera ionica insieme alla vibrante capitale costituiscono la principale fonte di richiamo per i turisti, ma tutta la nazione balcanica da nord a sud, da ovest a est, è uno luogo fantastico, di tesori nascosti poco conosciuti che vale la pensa visitare prima che tutti quanti se ne accorgano.

Nel suo territorio si nascondono profondi laghi, antichi monasteri romani, montagne sacre, castelli, fiumi incontaminati e borghi in pietra ancora intatti a farne un quadro particolare che illumina gli occhi

E poi, ancora, lagune incontaminate dove vivono animali in via di estinzione, bunker ristrutturati e convertiti in tappe turistiche imperdibili, laboratori di recupero dell’artigianato locale, siti archeologici dal valore inestimabile e una ricca gastronomia che non ha nulla da invidiare alle più rinomate cucine europee.

L’Albania è una terra ancora in parte selvaggia e, proprio per questo, una meta in grado di accontentare ciascun tipo di visitatore. Dall’entroterra meridionale alle montagne maledette nel nord, passando per i villaggi al confine nord macedone e le lagune della riviera adriatica, l’Albania è una sorpresa continua non distante dall’Italia.

A cura di Claudio Piselli – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui