Sarà un paradosso, ma sono sempre stato un collezionista di sigari, figuriamoci di un “TOSCANO” con tabacco misto al WISKY.

Sembra, ascoltando le parole di Massimo Agostini, responsabile dell’area tecnica, che a guidare il Cesena la prossima stagione sia Mimmo Toscano, anche se non c’è ancora l’ufficialità da parte di LEWIS-AIELLO.

Dopo la cocente delusione dei play-off al MANUZZI contro il Monopoli, i due americani sono chiamati per rafforzare il gruppo bianconero, nonostante la parola d’ordine è sempre la stessa. Spendere poco, ma bene per fare quadrare i bilanci di fine anno, come dire siamo arrivati con buoni intenti, senza però scialacquare dollari, tanto per la promozione ci vuole culo.

Ci risiamo, ragionamenti già ascoltati in periodi di vacche magre, mica siamo a Modena o a Monza. Il Cesena continua a rimanere un giocattolo per una cerchia di élite dentro a una mongolfiera che non vuole decollare, visto il costo del gas, ma rimanere alla finestra e non progettare, programmare una squadra decisa a puntare fortemente per il primo posto in classifica.

Se questa è la leva per puntare diritto alla serie B, accontentiamoci sin dall’arrivo della estate che il prossimo campionato non sarà tanto diverso da quello appena terminato. Con il sole che darà ancora una volta luce a coloro che sono capaci di come arrivare in due anni dalla serie C al massimo campionato nazionale attraverso anche uno scostamento di bilancio.

Il direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui