Il Periodico sportivo Cesenalè fondato nel 1967 presenta Cesena - Torres

SERVE… UNA CORAZZA

vere un centravanti che fa gol conta da quando il calcio è nato; certo, questa è una delle cose che contano, non la sola, ma l’importanza del goleador non può discuterla nessuno!

Con Corazza il Cesena torna dall’odiata Rimini con i primi tre punti della stagione in saccoccia, magari senza disputare un partitone, certamente senza la capacità e la bravura di chiuderla, ma vincente, ciò che contava dopo una prima assai amara.
Ha ragione il nostro editore, un derby non si gioca, si vince! E lasciatelo dire, scusate, scrivere, ad uno che il derby un tantino lo conosce e cittadino per giunta.

Andare a Rimini per vincere non era cosa semplice, non solo per la rivalità territoriale, ma perché BISOGNAVA cancellare la Carrarese ed una sconfitta inaspettata, quanto il calo visto nella ripresa.
A Rimini il Cesena ha fatto un passo avanti proprio nella gestione della partita, senza strafare o far vedere meraviglie, ma pure senza correre particolari pericoli.

Tornare in campo dopo soli tre giorni non può e non deve essere un problema e poi, ci tornano tutti, mica solo qualcuno; inoltre c’è sempre la possibilità di cambiare qualcosa, magari dando respiro a chi ne ha bisogno (di già?), oppure per qualche variazione tattica, che deciderà da par suo mister Toscano.

Siamo all’inizio e ripetersi dà alla noia, però si possono dire cose diverse alla terza giornata, se non che occorre pazienza, e tempo? Settembre non è il mese in cui si vince il torneo, qualcuno, Toscano in primis, lo sa bene, altri non lo hanno ancora capito, ma è un problema loro, non di tutti.

Il Direttore Responsabile Maurizio Vigliani – Foto Luigi Rega

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui