TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

CASTORI PORTA LA SALERNITANA IN A

Dopo 23 anni la Salernitana torna in Serie A superando con un netto 3-0 il Pescara all’Adriatico e regalandosi una straordinaria promozione nella massima serie. A decidere la gara in favore della formazione allenata da Fabrizio Castori le reti di Anderson, Casasola e Tutino.

“E’ una grande gioia, vincere un campionato è una cosa stupenda, ancor di più farlo in una piazza come questa – ha detto il tecnico dei campani -. Raccogliamo i frutti del lavoro fatto”. “E’ un’emozione bellissima, ce lo siamo meritati, adesso ci godiamo la giusta festa – ha detto il centrocampista Francesco Di Tacchio -. Questo è il mio terzo anno qui e ne ho viste di belle e di brutte, ma il destino adesso mi ha regalato questa bella soddisfazione, la più bella della mia carriera”.

Chiude il campionato con un successo anche l’Empoli che piega per 2-1 in rimonta il Lecce (quarto) al Castellani: prima il vantaggio dei salentini col giovane Rodriguez, poi il ribaltone della squadra di Dionisi con La Mantia e Matos.

Al terzo posto chiude il Monza, nonostante il ko rimediato allo Upower Stadium contro il Brescia (settimo), con le rondinelle che conquistano un posto nei playoff grazie alle reti di Ayè Mangraviti, tra i brianzoli sullo 0-0 espulso Bellusci.

Ai playoff ci saranno anche Cittadella (sesto) e Venezia (quinto) e che pareggiano 1-1 al Tombolato: Bocalon per gli ospiti, Baldini per i padroni di casa. Con un rotondo 3-0 sull’Ascoli agli spareggi per determinare l’ultima promossa in Serie A si qualifica anche il Chievo con un super Canotto, autore di una doppietta, e Garratano. Clivensi ottavi. Non basta la vittoria per 1-0 della Spal in casa contro la Cremonese, in gol nei minuti finali il solito Segre, per centrare l’obiettivo playoff.

Conclude in bellezza il torneo anche il Frosinone che stende al Granillo per 4-0 la Reggina con i colpi di Novakovich, autore di una superlativa tripletta, e Ciano. I gol di Giacomelli e Jallow permettono al Vicenza di piegare per 2-1 la Reggiana, inutile per gli emiliani la rete del momentaneo pari di Eloge. Rocambolesca vittoria per 3-2 del Pisa contro l’Entella: prima il vantaggio dei liguri con Koutsoupias, poi il ribaltone dei toscani con Belli, Marsura su rigore e Palombi. Nei minuti finali inutile la realizzazione di Dragomir per l’Entella. Successo che vale una stagione, infine, quello centrato dal Pordenone contro il Cosenza. Sono Butic e l’autogol di Crecco a far mantenere la categoria ai ramarri, calabresi in C senza passare dai playout.

I verdetti della B Promosse in A: Empoli e Salernitana. Play-off per la terza promozione: Monza, Lecce, Venezia, Cittadella, Brescia, Chievo Retrocesse in C: Cosenza, Reggiana, Pescara e Virtus Entella.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Valerio Casadei

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *