TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

CASE DI RIPOSO O LAGER?

Anziani

Quanti di voi hanno un proprio caro rinchiuso in una casa di riposo? Tanti immagino, ma quanti sanno le reali condizioni in cui vivono questi anziani? Decisamente pochi. Molti di noi pensano che queste strutture siano un’oasi felice, in cui i nostri vecchi genitori o nonni possono godere delle migliori cure. In realtà, non è proprio così.

Negli ultimi anni sono state tante le case di cura lager scoperte in Italia. Ultimamente ad essere messe sotto la lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine sono state due strutture: una di Palermo e un’altra a Terni. Gli anziani “parcheggiati” in questi luoghi dell’orrore, subiscono giornalmente umiliazioni di ogni tipo a cominciare dagli schiaffi, fino ad arrivare, addirittura, ad essere presi a morsi. E’ mai possibile che succeda ancora tutto questo? Dove è finita la dignità di questi anziani? Presi a botte perchè non mangiano o legati al letto per non doverli alzare e portarli in giro. Immersi fino alle ginocchia nelle loro feci e urine, imbottiti di farmaci per farli dormire tutto il giorno.

Come si fa solamente a immaginare di passare gli ultimi anni di vita in questo modo? Non ho veramente parole, davvero. Quando leggo sui giornali questo tipo di notizie o guardo un tg che parla di questi casi, mi monta una rabbia tremenda. Partendo dal fatto che non metterò mai (e sottolineo mai), i miei genitori in un ospizio (perchè così si chiamano), faccio fatica a pensare che altri scelgano questa via. Posso capire i problemi che hanno molte famiglie nell’ accudire i propri cari anziani e malati, ma abbandonarli così non è giusto. Quello che mi disgusta ancora di più e che il personale di queste strutture possa maltrattare, senza nessuna pietà, persone inermi che non possono difendersi da sole. Perché devi picchiare un anziano? Per quale motivo? Cosa te ne viene in cambio? Sono persone che hanno bisogno d’aiuto e dipendono totalmente dagli altri. Ma se questi altri sono delle autentiche carogne, allora siamo arrivati veramente alla frutta. Se a questi energumeni senza cuore non va di sentire i lamenti di questi poveri cristi, perchè non cambiano lavoro? Ma soprattutto, perchè queste bestie sfogano tutte le loro frustrazioni sui loro pazienti? Vi fa sentire bene aver malmenato un’ ottantenne che non si regge nemmeno in piedi? Vi fa sentire più forti schiaffeggiare una signora di 90 anni sulla sedia a rotelle? Eh? Che effetto fa prendere a parolacce un anziano che ti ha chiesto solo dell’ acqua? Vergogna.

Ci sono cose che non augurerei nemmeno al mio peggior nemico e questa è proprio una di quelle. Dopo una vita passata a lavorare, crescere i figli, trascorrere una vecchiaia serena dovrebbe essere la norma e invece no. Sapete cosa vi aspetta dopo aver lavorato tutta la vita? Una pensione da fame e una bella casa di riposo, dove potrete essere maltrattati dalla mattina alla sera. E’ davvero una bella prospettiva per i nostri parenti. Lasciare al loro triste destino centinaia di migliaia di anziani è davvero triste e penoso. I nostri anziani dovrebbero essere una risorsa preziosa per noi, perchè essi sono i depositari della nostra tradizione e storia. Calpestare i loro diritti e renderli degli esclusi, fa male a noi alla nostra anima. Cancellarli dalla nostra società è come cancellare noi stessi. Vogliamo veramene arrivare a questo punto?

A cura di Nicola Luccarelli

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *