Truffa o furto? È un mistero il caso che vede protagonista Violetta Caprotti, figlia di Bernardo, lo storico fondatore dei supermercati Esselunga, morto nel 2016. La donna ha denunciato la scoperta di uno zircone al posto del diamante da circa 3,5 milioni di euro incastonato in un anello di sua proprietà.

La scoperta è avvenuta in occasione della sostituzione della montatura, che Caprotti aveva affidato a una gioielleria di Milano.

A cura di Elisabetta Turci – Foto ImagoEconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui