Negli Stati Uniti calano gli indici di fiducia, aumentano le richieste dei sussidi settimanali di disoccupazione, si contraggono le vendite delle case. Segnali di rallentamento dell’economia che seguono alle deludenti trimestrali di alcuni big tecnologici che ieri hanno fatto tracollare il Nasdaq.

Sull’onda di queste indicazioni le borse statunitensi hanno aperto in calo, salvo poi vedere un parziale recupero (Dow Jones -0,57% e Nasdaq +0,87% alle 17 e 30 ora italiana).

In questo clima Londra ha ceduto l’1 e 82%, seguita da Parigi -1,26% e da Francoforte, – 0,90%. Milano invece è riuscita a contenere le vendite, chiudendo a -0,09%. Il rendimento del nostro Btp decennale si è abbassato al 2,89% mentre l’euro ha recuperato sul dollaro, salendo a 1,06 nel rapporto di cambio.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui