Ieri è stato un mercoledì nero per le Borse mondiali, e sulle piazze europee, in un solo giorno, sono andati in fumo circa 233 miliardi di euro di capitalizzazione. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, in un’intervista al Sole 24 Ore, ha dichiarato: “Il sistema è solido”, come asserito anche dal Ministro dell’Economia Piercarlo Padoan. “E’ in atto una manovra su alcune banche ma il sistema secondo me è molto più solido di quanto gli investitori legittimamente temano”.

Anche Padoan, a Unomattina, ha affermato che “malgrado le turbolenze dei mercati finanziari, il sistema resta solido”. “Non c’è una manovra speculativa contro l’Italia, c’è una percezione inesatta che ci siano debolezze nel settore bancario”, ha detto il ministro, riconoscendo comunque che “i mercati conoscono benissimo le posizioni delle banche e si muovono con consapevolezza”.

Ma tutte le raccomandazioni della Bce sulle banche italiane e le rassicurazioni non hanno fatto colpo a Miano e le vendite non si sono fermate. C’è grande attesa per la reazione dei mercati dopo che ieri sui listini di Piazza Affari si è abbattuta una raffica di sospensioni, ancora ampie vendite sui bancari, affondati anche dalle tensioni tra il governo italiano e la Commissione Ue che minacciano di compromettere il percorso per la formazione di una bad bank.

Il comparto bancario ha perso complessivamente il 7% e l’indice Ftse Mib ha chiuso a -4,83%, dopo aver lasciato sul terreno in giornata oltre il 5%, con Mps giù del 22,2%, Unicredit del 7,7% e Bpem del 7,3%. Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso in rialzo a 117 punti base, dai 101 della chiusura di ieri. Il rendimento è all’1,65%.

Altro problema non da poco riguarda la discesa vertiginosa del prezzo del petrolio (ai minimi da 12 anni) che contagia i mercati azionari e, a sua volta, ne è condizionata, mentre gli investitori temono la rimozione delle sanzioni all’Iran, il rallentamento della Cina e dei paesi emergenti e il monito dell’Aie, secondo la quale il mercato potrebbe “annegare nell’eccesso di offerta”.

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui