Chiusura in rialzo per le borse europee: +0,79% per l’indice Ftse Mib di Milano, dove l’indice settoriale dei titoli energetici è salito dell’1 per cento. Nel resto d’Europa la migliore è stata Londra, +0,90%.

In discesa lo spread tra il rendimento dei Btp e quello dei Bund, da 210 a 203 punti base.

I mercati hanno reagito positivamente alle parole di Christine Lagarde, al forum informale dei banchieri centrali di Sintra, in Portogallo. La presidente della Bce ha confermato gli aumenti previsti a luglio e a settembre.  E ha dato delle indicazione sul cosiddetto scudo anti-spread, di cui non si conoscono ancora i dettagli.

Ha detto che sarà “efficace e proporzionato e che dovrà garantire politiche di bilancio sane” da parte degli Stati che ne beneficeranno. Secondo l’agenzia Reuters, che cita fonti vicine al dossier, le condizionalità richieste sarebbero relativamente leggere, come il rispetto delle periodiche raccomandazioni economiche della Commissione europea.

Negativi invece oggi gli indici americani, soprattutto il Nasdaq dei titoli tecnologici, -2% dopo il dato in calo, più delle attese, sulla fiducia dei consumatori.

Sul fronte energia, sale il petrolio, +1,5%, con il Brent a quota 116,8 dollari al barile (contratto di agosto); stabile invece il gas destinato all’Europa, a quota 129,4 euro al megawattora.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui