Un 69enne autista in pensione stava uscendo dal vialetto a bordo del suo Fiat Doblò blu a velocità ridottissima, quando ha investito il nipotino di un anno e mezzo nel cortile di casa.

Il bambino ora si trova ricoverato in gravi condizioni. E’ accaduto ieri mattina a Bibbiano, nella val d’Enza in provincia di Reggio Emilia.

A riportare la notizia stamattina è la stampa locale reggiana. Il bambino è stato trasferito a Parma, all’ospedale “Maggiore” dove si trova tuttora nel reparto di Rianimazione.

Il nonno non si dà pace e prega: “Non potrei mai pensare di avere ucciso il mio nipotino”. Ma, mentre faceva manovra, all’improvviso il piccolo – nonostante fosse stato fatto entrare da un accesso laterale poco prima dalla mamma e dalla nonna che stavano stendendo i panni insieme – è sbucato dalla porta principale, andando incontro al veicolo.

L’impatto è stato inevitabile. “Mia moglie ha urlato: fermati! – racconta il nonno – Io ero già praticamente fermo, mentre il bambino è corso verso la macchina e l’ha urtata. E’ stato velocissimo, tanto che non l’ho neppure visto. Nonostante tutto, sono riuscito a mantenere la calma, insieme a mio figlio, in auto ho guidato io e lo abbiamo accompagnato all’ospedale di Montecchio Emilia“. Da qui però è stato trasferito subito a Parma, all’ospedale “Maggiore” dove si trova tuttora nel reparto di Rianimazione.

A cura di Stella Magnani – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui