Covid e scuola, per il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchiè la vaccinazione la prima difesa” anche in classe. “I ragazzi tra i 12 e 19 anni…siamo arrivati all’84,95% di ragazzi con prima dose o guariti, siamo al 75% di chi ha già completato tutte e due le dosi” dice a ‘Che Tempo Che Fa’.

Voglio innanzitutto ringraziare tutti coloro che hanno lavorato in questo periodo per la scuola, tutte le famiglie, i ragazzi, tutto il personale e tutti i dirigenti. Come in aprile e a settembre, è stato un grandissimo lavoro corale; certo, abbiamo dei problemi pratici, diversi nelle diverse parti del Paese.

Quando parliamo di scuola italiana parliamo di oltre 10 milioni di persone. Ci sono molti problemi, li stiamo affrontando uno alla volta, mettendo a disposizione delle risorse, abbiamo messo a disposizione ad esempio del Commissario Figliuolo oltre 92 milioni per poter fare test ai ragazzi delle scuole superiori.
Una quantità di risorse notevoli per permettere alle scuole di potersi organizzare nella diversità della loro condizione e dall’altra parte messo insieme ascoltando tutti dei protocolli che possono sicuramente essere migliorati. Questo è un momento delicato, o lo si affronta con la massima unione e convergenza o ci dividiamo su tutto”
.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui