Auto di lusso, viaggi da sogno, spese di ogni tipo senza tirare fuori un euro dalle proprie tasche. Sembrava un amico vero, quel direttore di banca che si era guadagnato la fiducia della famiglia Sonnino, con cui condivideva la passione per il mare.
Invece, oltre all’amicizia, Roberto Ratto, a capo di una filiale della banca Euromobiliare, era stato in grado di accaparrarsi più di tre milioni e mezzo di euro, per i quali ora rischia una condanna a 4 anni e 8 mesi per truffa.
Fonte il Messaggero

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui