Marcello Lippi il poliziotto azzurro campione del Mondo a Berlino nel 2006

Con la conferma di Gilardino sulla panchina del Genoa sono saliti a sei gli eroi che hanno partecipato alla storica vittoria del Campionato del Mondo nel 2006 e che ora, fanno parte del campionato di Serie B.

Cinque di loro li troviamo in veste di allenatori fuori dal campo a guidare le proprie squadre, uno invece è ancora in attività. Grosso (Frosinone), Inzaghi (Reggina) e Gilardino (Genoa) hanno sicuramente “rubato” segreti e metodi del loro vecchio commissario tecnico azzurro Marcello Lippi. Più in basso nella classifica di serie B troviamo anche Cannavaro (Benevento) e De Rossi (SPAL).

Se da una parte i primi tre allenatori si godono classifica e risultati, gli altri due ex nazionali stanno passando un momento difficile. Sicuramente sapranno comunque risalire la china guadagnando posizioni importanti con strategie personali, come ai tempi in cui giocavano. In ogni caso è una storia bellissima quella dei tre campioni del mondo che dominano il torneo cadetto.

Ultimo, ma non per importanza, l’unico degli eroi di Berlino ancora in attività: l’highlander Gianluigi Buffon, portiere e capitano del Parma, con cui però è riuscito a disputare solo tre partite in questa stagione a causa di un lungo infortunio. In queste ultime due stagioni Gigi è riuscito a raggiungere un altro traguardo della sua carriera: nella stagione 2021-2022 con la maglia crociata ha stabilito un record importante, diventando il primo portiere a raggiungere cinquecento gare concluse senza subire reti in carriera.

Ogni volta che un protagonista del 2006 si rimette in gioco, è una gioia indescrivibile. Altri esempi illustri sarebbero ritrovare Del Piero dirigente della Juventus, oppure il riapparire di Totti in quel di Trigoria. Indubbiamente vogliamo bene a questi ragazzi e di conseguenza a un calcio che oggi pare “malato” ma, fortunatamente, non in pericolo di vita. Non potrebbe essere altrimenti.

Eppure, ogni volta che ci torna alla mente la corsa impazzita di Grosso, con De Rossi che tenta di bloccarlo, Buffon che salta così come Cannavaro, Del Piero e tutti gli altri, ci chiediamo come mai siamo potuti cadere così in basso. Eravamo nel 2006 e il cielo si era tinto di azzurro, vincendo un Mondiale.

Poi, tra insuccessi assordanti, mancate qualificazioni e la vittoria di un Europeo che è stato sciupato troppo in fretta, la favola è finita. Tornando ai giorni nostri avremo un girone di ritorno cadetto per stravolgere le statistiche e conquistare a fine campionato un altro cielo azzurro dopo quello di Berlino nel 2006.

Il vice Direttore Ugo Vandelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui