ANGELO LUIGI MARCHETTI MARLEGNO

“Nel 2020 nonostante la pandemia e anche alcuni cantieri bloccati e a fronte di un settore che nel suo complesso che ha perso circa il 10%, il nostro settore delle costruzioni in legno ha aumentato l’indotto di circa il 3%, quindi ha sostanzialmente tenuto e non ha avuto nessuna diminuzione rispetto al 2019. E questo è sicuramente un buon segnale”. Così Angelo Luigi Marchetti, presidente Assolegno.

Il Rapporto rappresenta un osservatorio sul mercato dell’edilizia verde. Si basa sull’elaborazione dei dati forniti dai principali player del settore ed evidenzia una progressiva crescita del comparto industriale rappresentato all’interno della filiera da Assolegno, associazione che promuove la tipologia costruttiva in legno evidenziandone le peculiarità e collabora con tutti gli organi di competenza, nazionali ed europee, fra centri di ricerca, Istituzioni e mondo universitario.

Il secondo punto è “la sempre maggiore presenza del mondo delle costruzioni in legno nelle città con edifici pluripiano”. “E’ un percorso partito una decina di anni fa -aggiunge Marchetti- ma ora sempre più concretamente l’edilizia in legno passa dalla periferia ai centri cittadini con edifici da monofamiliare a plurifamiliare e condominiale.

Quindi un’edilizia in legno sempre più alla portata di tutti”, spiega.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui