Il Presidente Zelensky chiude il tour europeo: “Più armi e più potenti di prima. La vittoria si avvicina”. Droni ucraini su regione di Bryansk, in territorio russo. La Cia diffonde video per reclutare spie russe. Siamo al giorno 447 da quando è iniziata l’invasione di Vladimir Putin nei confronti dell’Ucraina.

Nella notte il sindaco di Kiev Vitalii Klitschko ha riferito che i  detriti di un missile sono caduti nel distretto di Shevchenkivskyi.  Così si legge su The Kyiv Independent, giornale online ucraino. “I servizi di emergenza stanno  arrivando, ha detto Klitschko. Successivamente, ha aggiunto che un edificio è stato danneggiato a causa dei detriti e diverse auto hanno preso fuoco nel distretto di  Solomianskyi. Secondo le prime informazioni, tre persone sono rimaste ferite. Il capo dell’amministrazione militare della città di Kiev, Serhii Popko, ha affermato che detriti di missili sono caduti anche nei distretti Obolonskyi e Darnytskyi di Kiev“.  “L’allarme antiaereo è ancora attivo in tutte le regioni ucraine a causa della minaccia di attacchi missilistici“.

Le forze di occupazione russe hanno ucciso quattro residenti nella regione di Donetsk durante la scorsa giornata“, lo ha riferito il capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko: “i russi hanno ucciso 4 residenti ad Avdiivka. Inoltre, il corpo di una persona deceduta durante l’occupazione è stato riesumato a Bogorodychny“, si legge nel messaggio. Altre 4 persone nella regione sono rimaste ferite.
Tuttavia, è attualmente impossibile stabilire il numero esatto delle vittime a Mariupol e Volnovas“, commenta il governatore.

Le forze armate ucraine hanno colpito i punti di controllo e i sistemi di difesa aerea dei russi, nell’ultimo giorno, l’Aeronautica Militare ha effettuato 9 attacchi su aree in cui sono concentrati personale e attrezzature militari nemiche, nonché 7 attacchi su sistemi missilistici antiaerei nemici“, così lo stato maggiore ucraino nel suo bollettino: “6 UAV d’attacco di vario tipo sono stati distrutti. Unità di truppe missilistiche e artiglieria hanno colpito 3 punti di controllo, 4 unità di artiglieria ed un complesso missilistico antiaereo“.
Circa 2.500 soldati russi sono attualmente di stanza nel territorio della Repubblica di Bielorussia”. Lo ha riferito Andriy Demchenko, portavoce del servizio di guardia di frontiera statale dell’Ucraina, sottolineando che la situazione al confine rimane completamente sotto controllo.   “Il numero dei militari russi è notevolmente inferiore rispetto a pochi mesi fa, quando poteva raggiungere le 10.000-11.000 persone“, ha sottolineato Demchenko, citato da Ukrinform, spiegando che ora Mosca sta riportando le unità addestrate in Russia per poi inviarle sul fronte orientale ucraino. “Vediamo che molte unità vengono ritirate dalla Bielorussia e i campi di addestramento non vengono riforniti”.
A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica
Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui