Su notizie.it, si legge che le cause del decesso di Davide Astori morto a soli 31 anni e calciatore attivo da anni, nonchè in vita capitano della Fiorentina, sarebbero ben altre. A renderlo noto un luminare come il Dott. Giuseppe De Martino artimologo direttore Servisan, che non crede che la morte del calciatore, vista appunto anche la giovane età, sia dovuta alla bradicardia fenomeno caratterizzato dal progressivo rallentamento del battito cardiaco, piuttosto il fenomeno è stato causato da altro

Si continua a discutere sulle cause che hanno portato improvvisamente alla morte a soli 31 anni
Il Dott. De Martino scrive in una nota che di tutte le cause della morte di Astori, la bradicardia è addirittura la meno probabile, dato che lui era un giovane atleta. A meno che, dice l’esperto, sia un fenomeno indotto da altro.

Il medico osserva che “in assenza di evidenze macroscopiche all’autopsia”, quali aneurisma cerebrale o infarto, è molto più probabile che a causare il decesso dello sportivo sia stata una fibrillazione ventricolare, un’aritmia cardiaca che fa accelerare – e non diminuire – il battito, fino ad arrestare l’attività dell’organo muscolare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui