Abbiamo resistito, anche producendo in perdita, ma in questi giorni sempre più stabilimenti cartari si stanno fermando e stanno riducendo l’attività. Non ci ha fermato la pandemia, ci sta riuscendo uno shock energetico, a seguito dell’attuale situazione di crisi tra Ucraina e Russia”, avverte il presidente di Assocarta, Lorenzo Poli.

“Vanno immediatamente prese misure compensative per le imprese energivore”. Con le cartiere si blocca l’intera filiera: imballaggi, carte igieniche, sanitarie, carte medicali, grafiche, riciclo.

A cura di Renato Lolli – Foto Pixabai

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui