Il tempo è scaduto anche se non c’è mai stato bisogno di averlo, immagino, per prendere l’unica decisione che non va controcorrente alla continuità calcistica bianconera: quella di riconfermare Domenico Toscano sulla panchina del Cesena nel prossimo campionato di serie B onde sfaldare mentalità vincente e spogliatoio.

E, caro Artico, mi sono un po’ annoiato a questa giostra, dove manca una tua comunicazione ufficiale che in parte lo ha fatto capire ieri l’allenatore dei record nella sua ultima dichiarazione stampa, dopo aver vinto anche la SUPERCOPPA.

Vediamo se ci prendo alla Benigni: Se uno non corre qualche rischio per un’idea, o non vale niente l’idea o non vale niente lui.
Iniziare un nuovo cammino spaventa. Ma dopo ogni passo che percorriamo ci rendiamo conto di come era pericoloso rimanere fermi.

TOSCANO mi fa capire, immaginare, che non è un problema di contratto, ma di programmazione per la serie B e la lista dei calciatori da completare per arrivare alla salvezza anticipata senza troppi patemi. Quelli di quest’anno meriterebbero il rinnovo della loro busta paga. Farei un pensiero su Pierobon, da 10.

Penso si possa fare anche senza spendere un oneroso patrimonio per non galleggiare poi economicamente a vista.

Tutti attendono te! Nonostante il Presidente John si è già espresso se non ho letto male dopo il comunicato ufficiale della società.

Questa bella pagina di sport non può spegnersi come un cerino della piccola fiammiferaia. Dopo ci sarebbero ombre, dubbi e forti rimbrotti! Forza Cesena. E complimenti a tutti!

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Luigi Rega

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui