Ci sono famiglie alla Dynasty americane, che non amano il clamore come i Ferrero o i Del Vecchio. Padri e figli sempre molto riservati con la pochette nel taschino della giacca e i Ray Ban da aviator sopra una berretta di chesmere dai toni accessi insieme al lavoro e a testa bassa, perchè quel che conta sono gli utili alla chiusura di bilancio.

Ma si sà pure, da quando esiste il mondo che anche tra gli Homo sapient magari gemelli monozigoti, i litigi erano all’orine del giorno per dormire in una caverna o per gustarsi una coscia di un pennuto cotto con lo “spiedone”.

In settimana a Cesena è accaduto qualcosa di inconsueto, la figlia Francesca di Flavio Amadori presidente del gruppo è stata licenziata parrebbe per giusta causa.
Dilemma della sorte in questa guerra familiare che è appena iniziata propende a dire: E’ nato primo l’uovo o la gallina! Insomma chi avrà ragione dopo che una delle fattibili eredi di un impero delle carni bianche, avrebbe già deciso di portare la sua stessa azienda davanti ad un giudice del lavoro?

Girala come vuoi la frittata, ma alla fine grazie alla saggezza di Francesco (il nonno), noto ambulante per i mercati e fondatore dal dopoguerra, tutto si risolverà attraverso la firma di un trattato di pace con due “penne” incastonate di diamanti. D’altra parte la PAROLA DI FRANCESCO AMADORI ha pur sempre il suo peso in quel fatturato stratosferico.

La partita, un certo scollamento per ora si è aperto, come quella che vide lo scontro tra John Elkann e la madre Margherita sull’eredità dell’avvocato Giovanni Agnelli.
Questa storia però è un poco diversa è per questo magari San Vittore di Cesena ha già due tifoserie opposte, ma ribadisco, con una buona piadina intorno ad un tavolo romagnolo gli equilibri familiari torneranno a veleggiare per il “credo” di tutti, era il vigore anche di Arnaldo l’altro grande fondatore del colosso dei polli e padre di Donatella che ebbi il piacere di conoscere ai tempi della gioventù spensierata! Tornerà la serenità, dopo una tempesta passeggera, d’altronde il “clima” è cambiato pure sulle nostre adiacenti colline dove Bacco è sempre pieno di misteri e del vitalismo più sfrenato!

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto fonte You Report

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui