Il drammaturgo e sceneggiatore americano Neil Simon è morto all’età di 91 anni.
Nato a New York il 4 luglio 1927 da famiglia ebrea, è stato uno degli autori più rappresentati nei teatri del Novecento.

Simon è morto oggi in un ospedale di Manhattan a seguito di complicazioni dopo una polmonite. Malato da tempo, aveva subito un trapianto di rene nel 2004 e soffriva di Alzheimer. Le sue opere sono state tradotte e rappresentate in tutto il mondo, e sono state oggetto di innumerevoli adattamenti cinematografici di successo, segnando una stagione memorabile della commedia americana.

Tra queste, “A piedi nudi nel parco” del 1963, divenuto film nel 1967 con Jane Fonda e Robert Redford, e “La strana coppia” (1965), film del 1968 con Jack Lemmon e Walter Matthau, entrambi per la regia di Gene Sacks. Seguì “Appartamento al Plaza” (1968), film ancora con Walter Matthau, diretto da Arthur Hiller, e “Il prigioniero della seconda strada” (1971), la cui versione cinematografica fu firmata nel 1975 da Melvin Frank, con Jack Lemmon. Per “Lost in Yonkers” (1990) Simon ha avuto diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Pulitzer per la drammaturgia e il Tony Award.

Simon ha ricevuto in totale quattro Tony Awards, il Premio Kennedy, quattro Writers Guild of America Awards, l’American Comedy Awards alla carriera e, nel 1983, un teatro a Broadway è stato ribattezzato con il suo nome. Nel 2006 ha vinto il Mark Twain Prize for American Humor. A seguire, una scena dal film “La strana coppia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui