Clima freddo e temperature anche inferiori alla norma, gelate mattutine e qualche fiocco a quote di pianura sul Nord Italia: questo lo scenario meteo che darà il via alla settimana dell’Immacolata grazie all’arrivo di una perturbazione atlantica. Da oggi, lunedì 4 dicembre, la nuvolosità tenderà infatti ad aumentare sul Centro-Nord, con precipitazioni fin dal mattino su Liguria e Piemonte in estensione nel corso del giorno al resto del Nord, localmente anche in Toscana e Sardegna; complici le temperature piuttosto basse potremo assistere a locali e temporanee nevicate in pianura più probabili tra Piemonte, bassa Lombardia ed Emilia occidentale. Tra le città che potranno vedere i primi fiocchi della stagione ci sono anche Torino e Milano.

Da domani, martedì 5 dicembre, il peggioramento si estenderà al Centro-Sud: a causa dei contrasti tra diverse masse d’aria (con mari ancora relativamente caldi), potrebbero verificarsi nubifragi con il rischio di locali allagamenti, specialmente sul versante tirrenico. Nel Nord Ovest sono previste ulteriori nevicate prima di un rapido miglioramento: le temperature scenderanno vertiginosamente con valori ben al di sotto dello zero durante la notte e le prime ore del mattino.

A partire dal mercoledì 6 Dicembre si prevede un temporaneo aumento dell’alta pressione, portando maggiore stabilità atmosferica, sebbene in un contesto climatico generalmente freddo su tutto il territorio italiano, con temperature al di sotto delle medie stagionali. Ma un repentino peggioramento si potrà registrare già nel weekend dell’Immacolata quando un minaccioso ciclone potrebbe colpire il Mediterraneo causando un pericoloso maltempo e tantissima neve. Resta  ovviamente ancora molta incertezza circa l’esatta traiettoria e le aree geografiche più pesantemente coinvolte, ma nessuna regione dovrebbe essere risparmiata.

A Venezia in azione i mezzi spargisale – Vista la possibilità di gelate nelle ore più fredde, dalle 22 di ieri sera, sono entrati in azione i mezzi spargisale a Venezia. I mezzi – fanno sapere protezione civile e polizia locale – stanno procedendo alla salatura di tutti i cavalcavia, sottopassi e  rotatorie della Terraferma.

Allerta gialla in Emilia-Romagna per neve – Ancora allerta gialla in alcune aree dell’Emilia-Romagna: nelle province diReggio Emilia e Modena per il transito a valle della piena del fiume Secchia; per neve nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Dal pomeriggio sono previste nevicate di debole intensità più probabili sull‘Appennino centro-occidentale e sulla pianura occidentale. Sulla pianura ovest, le precipitazioni potrebbero assumere condizioni di acqua mista a neve.

Allerta gialla in Lombardia – Oggi a Milano tempo in peggioramento dal primo pomeriggio con cielo via via più coperto e precipitazioni che potranno risultare anche nevose. Le temperature massime dovrebbero attestarsi sui 2 gradi e zero di notte. Sul resto della regione, si assisterà a un graduale peggioramento del tempo con nevicate deboli possibili fino in pianura, se non miste a pioggia. Clima freddo.

Oggi allerta gialla in Liguria per neve a partire dalle 14 – Arpal Liguria ha diramato una allerta gialla per neve per oggi a partire dalle ore 14 e fino a mezzanotte sui tratti appenninici delle autostrade, dove sono attese deboli nevicate con accumuli tra 2 e 10 centimetri. Anche le zone interne di levante che non presentano obiettivi sensibili alla neve saranno interessate da deboli nevicate, così come non si escludono locali sconfinamenti di debole nevischio nelle zone costiere del Savonese. Si evidenzia un brusco calo
dello zero termico con temperature rigide nell’interno e disagio per freddo.

A cura di Televideo – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui