Gli Stati Uniti “vogliono la pace” in Ucraina e “non una pausa nel conflitto perché una pausa rischia di dare a Vladimir Putin la possibilità di fare rifornimenti di uomini e di armi“. Così il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price, in un briefing con la stampa. “Stiamo cercando di arrivare ad una pace duratura ed equa ma mentre portiamo avanti questo processo continuiamo a vedere gli attacchi della Russia“, ha sottolineato ribadendo che alla fine sono gli ucraini a dover determinare quali siano i loro obiettivi.

Gli Stati Unitinon hanno fornito all’Ucraina armi per colpire fuori dal suo territorio ma per difendere la sua sovranità dall’aggressione della Russia“. Lo ha detto il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price, in un briefing con la stampa rispondendo a una domanda sulle accuse di Mosca a Kiev di aver sferrato un attacco con un drone nei pressi dell’aeroporto di Kursk.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui