TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

TROVATA LA TOMBA DELLA GIOCONDA

Gioconda

Silvano Vinceti, ricercatore reso noto per i suoi studi su Caravaggio, ha fatto un annuncio sensazionale: sarebbe stata ritrovata la tomba della Gioconda.

Gli esami condotti attraverso l’utilizzo del carbonio 14, confermerebbero la notizia. Nel convento di Sant’Orsola a Firenze si troverebbero i resti ossei di Lisa Gherardini del Giocondo, modella di Leonardo per il celebre quadro. Uno dei tre reperti ossei prelevati dalla cripta del monastero si è rivelato compatibile con il periodo di morte di Lisa (1542) e potrà essere confrontato con il Dna dei figli.

Tali reperti sono stati ritrovati all’interno di un cassone in mattoni, sotto il pavimento della chiesa.

La Bbc ha iniziato mercoledì 23 settembre le riprese a Firenze per un documentario della durata di un’ora sulle indagini compiute dal Comitato sulla ricerca dei resti mortali di Lisa Gherardini. La trasmissione verrà condotta da uno degli storici inglesi più conosciuti: Andrew Grahm Dixon.

Articoli correlati

1 Commento

  1. Ravecca Massimo

    Perché cercate tra i morti colei che non è mai nata? La Gioconda è un ritratto ideale. Secondo il professore Mario Alinei la Gioconda sarebbe il ritratto di una donna morta raffigurata con gli occhi aperti. Alinei avrebbe visto la medesima espressione sul volto di sua madre appena morta. Così Leonardo riprenderebbe il tema della sua prima opera perduta, che aveva come soggetto la Medusa mitologica. La Sindone di Torino invece sarebbe l’autoritratto o il ritratto di un uomo vivo rappresentato come morto. Ma i geni tendono ad agire in modo simile ed ad avere un volto somigliante nella maturità. Cfr. ebook. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

    Reply

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *