TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

SERIE A ATALANTA – NAPOLI 1-2

Ilmtatticismo della formazione di Ancelotti paga e tiene il Napoli al secondo posto solitario (con 3 punti sull’Inter), con la capolista Juventus che torna a 8 lunghezze. Il tecnico di Reggiolo inserisce Milik all’82’ e tre minuti dopo il polacco decide la partita di Bergamo: Atalanta battuta 2-1 quando la partita sembrava incanalata verso il pari.

Senza Ilicic (squalificato), Gasperini piazza Gomez dietro Rigoni e Zapata. Per Ancelotti 4-4-2 con Mertens preferito a Milik accanto a Insigne.
Il n.24 è subito protagonista: appena 2′ sul cronometro quando controlla il lancio dalle retrovie di Hamsik e lo crossa verso Fabian Ruiz che arriva di corsa sul secondo palo e rompe l’equilibrio. L’Atalanta va in pressione, il Napoli è pericolosissimo nelle ripartenze. Fabian Ruiz si divora il raddoppio su imbeccata del solito Insigne. Poi è lo stesso Insigne a optare per il pallonetto da 30 metri sull’uscita di Berisha, sfera a lato. Gli orobici, pur in costante possesso, sono raramente pericolosi. Zapata impegna Ospina dopo una percussione.

Le soluzioni da fuori di Gomez sono velleitarie. Nella ripresa l’Atalanta stringe i tempi. Albiol salva i suoi sulla stoccata di Freuler, servito da Zapata. Al 56′ i padroni di casa trovano il premio per la costanza: cross di Gosens svirgolato da Rigoni, sul pallone arriva Hateboer che fa la sponda per la girata vincente di Zapata. Il Napoli ora non può più accontentarsi di speculare, il possesso palla cambia proprietario. Callejon si avventa su un buon pallone, concesso da una leggerezza difensiva, Gosens chiude in corner. Berisha è provvidenziale nell’uscita su Insigne, servito nel corridoio da Fabian Ruiz.

Dall’altra parte Gomez è lento su una palla scodellata da Hateboer e si fa chiudere in corner. Ancelotti manda in campo Hysaj e Zielinski (per Maksimovic e Fabian Ruiz), quindi dà gli ultimi 8′ a Milik (per Mertens). E’ la mossa decisiva. All’85’ il polacco su imbeccata di Mario Rui inventa una spettacolare girata di sinistro. Colpo partita, col Napoli che manca poi un paio di possibilità per arrotondare il punteggio.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *