TOP Header adv (728×90)

POSTE PER 20 ANNI HA RUBATO A CLIENTI

I carabinieri hanno arrestato una dipendente dell’ufficio postale di Vobbia, piccolo comune nell’alta val Scrivia (Genova), accusata di essersi intascata soldi dai conti dei clienti. La donna, Patrizia Balbi, 58 anni, è ai domiciliari, dopo esser stata rintracciata in Valle d’Aosta, con le accuse di presunto peculato, falso ideologico e materiale in atto pubblico, autoriciclaggio e accesso abusivo a sistema informatico. L’indagine è nata a inizio 2019 dopo alcune denunce di correntisti che avevano notato numerosi ammanchi. La storia è stata rivelata dal Secolo XIX.

Dagli accertamenti dei carabinieri insieme e del personale antifrode di Poste Italiane, è emerso che la donna, unica dipendente e responsabile dell’ufficio postale da circa 20 anni, avrebbe truffato in modo seriale dal 2000 almeno 19 clienti per 440 mila euro (solo 220 mila contestabili, a causa della prescrizione decennale).

I carabinieri ritengono che buona parte dei soldi sia stata giocata al Casinò. La donna nascondeva gli ammanchi consegnando ai clienti falsi libretti cartacei.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *