TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

MAXIEVASIONE NEL COMMERCIO DI FIORI

Un’azienda olandese ma di fatto operante in Italia avrebbe evaso 21 mln di euro di imposte. A scoprirla le fiamme gialle di Locri, che hanno anche denunciato due persone per frode fiscale. L’impresa, attiva nel settore del commercio all’ingrosso dei fiori, aveva la sede legale dichiarata in Olanda, ma commerciava fiori in Italia. Le indagini sono partite da un controllo eseguito nei confronti di un sidernese, residente in Olanda e iscritto all’Aire, titolare di una ditta individuale operante nel territorio calabrese quale procacciatore d’affari per conto di altre imprese attive sempre nel settore dei fiori. L’uomo, nel 2011, aveva spostato la propria residenza nel paese dei tulipani, ma aveva continuato a mantenere i propri interessi in Italia attraverso la gestione di imprese commerciali e l’accensione di conti correnti con numerose operazioni allo sportello. Uno di questi era legato a una società estera sul quale transitavano operazioni finanziarie.

Gli amministratori della società, di diritto e di fatto domiciliati e residenti sul territorio nazionale, si sono avvalsi di una capillare rete di vendita in diverse regioni, mentre in Olanda non veniva svolta alcuna effettiva attivita’ di amministrazione e gestione, ma era presente solo un ufficio presso il mercato dei fiori che riceveva gli ordini per le spedizioni. La guardia di finanza ha scoperto che alcuni clienti della società verificata hanno assolto gli obblighi fiscali sugli acquisti intracomunitari, mentre la stragrande maggioranza si sono rivelati evasori totali, sconosciuti al fisco.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *