TOP Header adv (728×90)

LA ROMA SBANCA A VERONA

La Roma sbanca 3-1 il ‘Bentegodi, conserva il quarto posto e resta a due punti dalla Lazio terza. Lo stop non sposta il Verona dalla ‘parte sinistra’ della classifica, segno di un campionato al momento positivo.

Zaccagni e Verre dietro Di Carmine nell’attacco di Juric, Fonseca con i trequartisti Under, Pellegrini e Kluivert ad assistere la punta Dzeko.

Un quarto d’ora di studio, poi il lancio di Pellegrini taglia la difesa scaligera e trova pronto Kluivert che sfonda in area e apre lo score (17′). Pochi minuti e il Verona raddrizza la gara con la zuccata precisa di Faraoni ottimamente servito da Zaccagni sul secondo palo (21′). Occasioni per i gialloblù con Faraoni (reattivo Pau Lopez) e Rrahmani (palo esterno), dall’altra parte girata di Pellegrini che batte sul terreno e schizza alta. Tanto lavoro per il Var, che toglie un gol al Verona per fuorigioco a inizio azione. Proprio al 45′, Dzeko si muove a ricevere in area e viene ingenuamente trattenuto da Gunter. Rigore che trasforma Perotti, entrato da pochi minuti a sostituire l’infortunato Kluivert. Ripresa con la Roma che abbassa i ritmi.

Occasioni interessanti, di testa, per verre e Smalling. Fonseca concede una mezz’ora a Mkhitaryan, al rientro in campionato dopo l’infortunio. Juric si gioca prima la carta Salcedo, poi, per gli ultimi dieci minuti, Pazzini. I giallorossi, invece chiudono a cinque in difesa, con l’inserimento di Fazio per Dzeko.

E al 92′, in pieno recupero, mettono il sigillo alla gara proprio col rientrante armeno che spinge in rete l’assist comodo di Perotti.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *