TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

LA NUOVA FERRARI SF90

Tinta rossa meno accesa, inserti neri e linee semplici, specialmente nell’ala anteriore per assecondare le nuove norme regolamentari sull’aerodinamica. Sono queste due caratteristiche subito evidenti della SF90, la nuova monoposto Ferrari per la stagione F1 del 2019. L’auto è stata svelata a Maranello in attesa di debuttare in pista lunedì, nei test di Barcellona e poi in campionato il 17 marzo a Melbourne, per rompere il digiuno iridato che va avanti dal 2007.
C’è, come previsto, la dedica ai 90 anni di storia della Rossa di Maranello nel nome della prima monoposto Ferrari della presidenza John Elkann. La SF90 è stata svelata alla presenza del presidente, dell’ad Louis Camilleri, del nuovo team principal Mattia Binotto, oltre che dei piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc e di Piero Ferrari, figlio del Drake e vicepresidente.

Vettel: “Siamo sulla strada giusta” “Non vedo l’ora di partire. Come squadra siamo sulla strada giusta e speriamo di continuare a migliorare”. Cosi’ Sebastian Vettel durante la presentazione della SF90, la Ferrari per il Mondiale 2019 di F1. “Siamo tutti emozionati, scopriamo oggi l’auto. Abbiamo già visto alcune componenti alla fine della scorsa stagione ma questa è la prima volta che la vediamo già pronta. Non vedo l’ora di salire sull’auto”. Vettel trova un nuovo team principal e un nuovo compagno di squadra. “Ognuno svolgerà il proprio ruolo, Binotto fa parte di questo team da tanti anni e abbiamo lavorato bene assieme. Per Leclerc è un passo molto importante essere in Ferrari”.

Leclerc: “Che opportunità” “Sono estremamente emozionato per questa avventura, è un sogno che avevo sin da bambino quello di guidare la Ferrari”. Parole di Charles Leclerc nel corso della presentazione della SF90, la monoposto Ferrari per il Mondiale 2019. Il giovane monegasco affiancherà Vettel alla guida della Rossa. “Ho fatto parte dell’Academy Ferrari, mi ha aiutato molto nella crescita come pilota, il mio obiettivo era avere posto qui. Sono molto orgoglioso e emozionato”, ha spiegato. “Se sento la pressione? E’ più un’opportunità, per me, stare a fianco di un pilota come Sebastian, un grandissimo campione, posso imparare da lui. Sono sicuro – ha aggiunto – che sarà una stagione incredibile, il punto chiave sarà lavorare tutti insieme, ce la faremo”.

Fonte e foto Ansa

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *