TOP Header adv (728×90)

IL GENOA BLOCCA I GIGLIATI A FIRENZE

FIORENTINA 4-2-2: Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli (65′ Eysseric), Venuti (82′ Maxi Olivera); Chiesa, Cutrone (59′ Vlahovic). All: Iachini

GENOA 4-2-2: Perin; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Behrami (90′ Jagiello), Schone, Sturaro, Barreca; Pandev (62′ Sanabria), Favilli (70′ Pinamonti). All: Nicola

Ammoniti: Pezzella (F), Schone (G), Milenkovic (F), Favilli (G), Venuti (F), Sturaro (G), Caceres (F)

Note: Al 15′ Dragowski (F) para un calcio di rigore a Criscito (GAllo stadio Franchi, in uno degli anticipi del sabato, i rossoblù sbagliano un rigore con Criscito nel primo tempo. Poche emozioni nella ripresa ma nel finale il portiere viola Dragowski salva il risultato in tre occasioni.

È terminato 0-0 l’anticipo di sabato delle ore 18 tra Fiorentina e Genoa, valido per la 21esima giornata del campionato di Serie A. Nel primo tempo i rossoblù sprecano un calcio di rigore, con Criscito che se lo fa parare da Dragowski. Il portiere viola è super anche nel finale di partita con almeno tre interventi decisivi.
Con questo punto, il Genoa sale a 15, e resta ancora in piena zona retrocessione. La Fiorentina va a 25 e vede frenare le proprie ambizioni di una rimonta europea.

Criscito sbaglia un rigore
Partita divertente sin dall’avvio. Al minuto 9 traversa di Milenkovic che stacca di testa sul corner di Pulgar. Al 13esimo rigore per il Genoa per un fallo di Pezzella su Favilli. Dal dischetto va Criscito che però calcia centrale e Dragowski respinge. Una curiosità: è il primo rigore sbagliato in carriera dal terzino.

Il match finisce senza reti
Nella ripresa la prima occasione importante è per la Fiorentina: finisce a lato un tiro al volo di Cutrone con un diagonale. L’attaccante poi lascia spazio al compagno Vlahovic. A metà del secondo tempo, Castrovilli esce per dei giramenti di testa. Al suo posto entra Eysseric. Lo staff medico viola ha fatto sapere che Castrovilli sarà sottoposto ad accertamenti. Nel finale il portiere del Genoa Dragowski si supera in tre occasioni: prima evita un autogol di Milenkovic, poi un minuto dopo sventa una palla gol di Biraschi mandando la palla sopra la traversa. All’89esimo è Pinamonti ad avere la palla della vittoria: ma Dragowski lo ipnotizza e salva parando il suo destro piazzato con il piede.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *