TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

IL CESENA AVRA’ UN NUOVO PRESIDENTE?

E’ in arrivo una forte burrasca di primavera, il clima sta mutando è con frequenza. Colpa dell’uomo poco riconoscente nei confronti della terra. Anche nel calcio le trasformazioni sono sempre più repentine; vuoi per i vari cambi societari con investitori che arrivano al vertice dei club più quotati sempre più dall’oriente, con i cambi di allenatori bolliti e con i campioni che chiudono la loro carriera tra l’Arabia Saudita e la Cina nonostante i tacchetti consumati.

Ma il clima potrebbe cambiare da subito pure a Cesena dopo la gestione fallimentare di alcuni dirigenti bianconeri, che hanno portato la squadra tra i dilettanti. In che senso se oggi comunque una struttura nuova economica tutta romagnola è posta all’interno di una “piramide” che vuole riportare il cavalluccio tra i professionisti?

Corrado Augusto Patrignani è stato nominato dal Sindaco della città e dai saggi con la prospettiva di voltare pagina. Ma, si vocifera, (promozione si / promozione no), che nonostante la passione sin da fanciullo, il patron in carica non avrebbe intenzione di ricandidarsi al mandato. Le sue innumerevoli iniziative all’interno dell’Ascom e alla guida di Maxicart spostano il peso della bilancia per una sua uscita dai ranghi che contano. Saranno solo chiacchiere di studi di commercialisti o di avvocati incalliti della Padania, o addirittura di falchi che planano dall’Emilia alla Romagna, ma qualche parolina a qualcuno è scappata. Si vedrà…, se dopo un anno di tentata rinascita, ci sarà una specie di terremoto economico e di una conferma a tal proposito per smontare un’eventuale bufala.

Intanto, occorre vincere il campionato è magari con “furbizia”, ma i quattro punti raccolti nelle ultime giornate fanno intendere che il Cesena ha bisogno di aiuto e forza esterna per ritornare con il passo giusto della capolista fino al suono delle campane a festa.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Luigi Rega

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *